Cosa vedere a Vienna in 2 giorni
·

Cosa Vedere a Vienna in 2 Giorni: Itinerario + Mappa 2024

Hai bisogno di consigli su cosa vedere a Vienna in 2 giorni o 2 giorni e mezzo?

Cerchi una guida che ti aiuti a pianificare una visita impeccabile alla capitale austriaca?

In questo articolo, metto a disposizione la mia esperienza personale (ho vissuto e Vienna e ci torno quasi ogni anno). Troverai un itinerario completo, dettagliato e pratico, pensato apposta per te.

Ecco alcune delle informazioni che avrai leggendo questo articolo:

  • Inizieremo con alcuni consigli utili che ti faciliteranno il viaggio. Ti dirò dove alloggiare in base alle tue esigenze, come raggiungere il centro città dall’aeroporto e come spostarti efficacemente.
  • Ti fornirò un itinerario dettagliato, organizzato giorno per giorno.
  • Per ogni attrazione, ti darò informazioni utili sulla posizione, gli orari e ti fornirò link per l’acquisto dei biglietti.
  • E infine, ti suggerirò dove mangiare bene spendendo relativamente poco e dove uscire la sera a Vienna.

Sei pronto/a a scoprire il meglio che questa città ha da offrire in sole 48 ore? Sì? Cominciamo!

Prima di iniziare…

ECCO I LINK UTILI PER IL TUO VIAGGIO A VIENNA

  • Vienna Pass: la card che ti permette di accedere GRATIS in quasi tutte le attrazioni della città e di risparmiare un sacco di soldi.

Biglietti per le attrazioni più famose

Migliori visite guidate e free tour in italiano

Dove alloggiare a Vienna

Consigli per visitare Vienna in 2 giorni

Dove alloggiare a Vienna in 2 giorni

Non hai ancora scelto in quale zona alloggiare a Vienna?

Niente paura, in questa breve sezione ti darò alcuni consigli per scegliere la zona più adatta alle tue esigenze.

Le zone che consiglio maggiormente sono:

Centro storico (Innere Stadt)

Si tratta del centro di Vienna, ed è la zona migliore per chi visita la città per la prima volta e chi è interessato alla vita notturna. La sconsiglio invece alle famiglie. Tieni conto che gli alloggi qui costano mediamente un 20-30% in più rispetto alle altre zone limitrofi.

Dove alloggiare? Ecco le soluzioni consigliate:

Landstrasse

Quartiere bellissimo e ricco si spazi verdi. Si trova a breve distanza dal centro, e ospita diverse attrazioni tra cui i magnifici palazzo barocchi del Belvedere. Zona consigliata specialmente alle famiglie. Sconsigliata invece ai giovanissimi e a chi è interessato alla vita notturna, la sera c’è poco da fare.

Dove alloggiare? Ti consiglio le seguenti soluzioni:

Leopoldstadt

Quartiere situato al nord del centro di Vienna, ma comunque a breve distanza, specialmente se non sconfini oltre il Danubio. Consiglio questa zona a chi vuole risparmiare, perché è una delle più economiche e allo stesso tempo vicine al centro.

Ecco dove ti consiglio di alloggiare:

Come raggiungere il centro di Vienna dall’aeroporto

Come raggiungere il centro di Vienna dall'aeroporto

Puoi raggiungere il centro della città in diversi modi, tuttavia il mio consiglio è di evitare il treno CAT, poiché è una vera e propria trappola per turisti. Costa 15€ contro i 4.40€ del treno suburbano S7 (S-Bahn).

Qual è la differenza tra i due? Il CAT è utilizzato principalmente dai turisti e impiega solo 16 minuti per raggiungere la città. La S-Bahn, invece, è utilizzata principalmente dai viennesi (che non hanno voglia di farsi spennare) e impiega 25 minuti per arrivare in centro.

Non hai voglia di prendere i mezzi pubblici e vuoi raggiungere la città nella maniera più comoda? Puoi usufruire del servizio di transfer privato (da prenotare con anticipo).

Il transfer funziona in questo modo:

  • Fai una prenotazione online specificando data e ora di arrivo.
  • Ricevi la conferma e il contatto dell’autista a te assegnato.
  • Il giorno del tuo arrivo troverai l’autista nella hall ad attenderti.
  • L’autista di accompagnerà (con un auto premium) fino al tuo hotel/alloggio senza alcun sovrapprezzo sulle valigie (come fanno invece i taxi).

Come prenotare? Il transfer è prenotabile online su questo sito.

Come muoversi in città

Per quanto riguarda il centro, ti sposterai prevalentemente a piedi (a meno che tu non abbia qualche problema legato alla mobilità). Il centro è molto piccolo e si visita senza problemi facendo delle belle camminate.

Per le altre zone, invece, utilizzerai prevalentemente la metropolitana e qualche volta il tram.

Consiglio: se alloggi fuori dal centro e vuoi risparmiare, visto che utilizzerai i mezzi molte volte, ti consiglio di acquistare il biglietto giornaliero per i mezzi o la Vienna City Card. Quest’ultima ti permette di muoverti utilizzando i mezzi pubblici in modo illimitato per 1-3 giorni. Inoltre offre sconti che vanno dal 7% al 50% su moltissime attrazioni.

Cosa vedere a Vienna in 2 giorni: itinerario giorno per giorno

Giorno 1: Centro di Vienna

Iniziamo il nostro itinerario con una breve panoramica della zona del primo giorno. Oggi visiteremo il centro di Vienna, conosciuto come Innere Stadt.

Fino alla metà del XIX secolo, questa zona rappresentava l’intera città di Vienna. Solo dopo il 1850, le mura cittadine vennero abbattute, e la città iniziò ad espandere i suoi confini.

A livello di estensione, il centro di Vienna è decisamente piccolo, specialmente se lo confrontiamo con tutta la città, che è più grande del doppio rispetto a Milano e il quadruplo rispetto a Parigi.

Il centro invece, occupa una superficie di appena 3 km quadrati, quindi può essere comodamente girato a piedi.

Ecco una mappa con il nostro itinerario odierno:

  • Café Central
  • Ankeruhr
  • Duomo di Vienna (Stephansdom)
  • Hofburg e Museo di Sissi
  • Museo delle Belle Arti (Kunsthistorisches Museum)
  • Museo della Musica
  • Giro in tram sulla Ringstrasse
  • Rathausplatz e il Municipio
  • Spettacolo all’Opera di Stato (Wiener Staatsoper)

Visita Guidata Gratuita del Centro: Una delle cose più interessanti da fare a Vienna è partecipare a un free tour, con una guida esperta che ti porta alla scoperta degli angoli meno e più conosciuti del centro storico. Il free tour che ti consiglio è questo.

Come funziona un free tour? Prenoti gratuitamente, e alla fine del tour, se è stato di tuo gradimento lasci una cifra a offerta libera (anche 5€).

Café Central

Cafe central, da visitare a Vienna in 2 giorni

Come nel nostro paese, anche l’Austria ha una cultura del caffè che risale a secoli fa. Per questo motivo, la città è ricca di caffè tradizionali e bere un caffè accompagnato da una fetta di torta è una cosa tipicamente viennese.

Quindi, qual è il modo migliore di iniziare il nostro itinerario di 2 giorni a Vienna?

Ovviamente visitare il caffè più famoso della città: Café Central, situato nello storico palazzo della Borsa di Vienna venne aperto per la prima volta nel 1876.

Il locale è famoso per essere stato il luogo di ritrovo di tantissimi personaggi importanti della storia viennese, soprattutto intellettuali come Sigmund Freud, Alfred Adler, Leone Trotsky e persino figure politiche come Lenin e Hitler.

Consigli per la visita:

  • Café Central è molto frequentato, specialmente durante l’alta stagione (estate). Potresti dover fare un po’ di fila per entrare, solitamente dai 15 minuti fino a un massimo di 50-60 minuti. Tienilo a mente.
  • Una volta dentro, evita di ordinare il solito espresso, poiché il caffè viennese è molto diverso da quello italiano. Cosa dovresti ordinare? Un caffè viennese (come ad esempio il melange) accompagnato da una fetta di torta o una Sachertorte.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 22:00. Domenica apertura alle 10:00.
  • Ubicazione: Herrengasse 14. Posizione su Maps

Ankeruhr

Ankeruhr, da vedere in un itinerario di 2 giorni a Vienna

A pochi passi da Stephansplatz, troviamo uno storico orologio in stile liberty, risalente al 1914, e creato dal pittore e scultore Franz Matsch.

L’orologio oltre ad essere bellissimo, è famoso per il modo in cui funziona.

Ogni ora infatti, sfilano davanti allo stemma reale, uno (di 12) personaggi che hanno fatto in qualche modo la storia dell’Austria.

Si parte da Marco Aurelio, imperatore romano, che si pensa morì proprio a Vindobona (attuale Vienna), fino ad arrivare all’ultimo personaggio che è Joseph Haydn, padre della sinfonia de del quartetto d’archi. Ciascuna figura è dettagliatamente scolpita e dipinta, e ognuna di esse rappresenta un particolare periodo storico dell’Austria. Possiamo dire che l’orologio, racconta attraverso i suoi personaggi, la storia del paese.

A proposito di personaggi, ecco una lista di tutte e 12 le figure:

  1. Marco Aurelio
  2. Carlo Magno
  3. Leopoldo VI, il Glorioso con Teodora
  4. Walter von der Vogelweide, menestrello
  5. Rodolfo d’Asburgo
  6. Il maestro costruttore della cattedrale Hans Puchsbaum
  7. L’imperatore Massimiliano
  8. Sindaco Johann Andreas von Liebenberg
  9. Il conte Ernst Rüdiger von Starhemberg
  10. Principe Eugenio di Savoia
  11. Maria Teresa e il marito Francesco Stefano di Lorena
  12. Joseph Haydn

Consiglio: se vuoi vederli sfilare tutti insieme, recati davanti all’orologio poco prima di mezzogiorno. Alle 12 in punto, e potrai assistere ad una vera e propria parata storica, in cui tutti i personaggi compaiono uno dopo l’altro in successione. Lo spettacolo, che dura circa 15 minuti, è accompagnato da una melodia di fondo che cambia a seconda del personaggio.

Ecco la posizione esatta dell’orologio.

Duomo di Vienna

Duomo di Vienna, itinerario di 2 giorni

Attrazione inclusa con il Vienna Pass? Solo il Dom Museum (Museo del Duomo) è incluso con il Vienna Pass.

Cosa vedere a Vienna in 2 giorni? La nostra prossima tappa ci porta a Stephansplatz, una delle piazze più antiche della città, circondata da diversi edifici importanti, tra cui la nostra meta è il Duomo di Vienna.

Stephansdom è la chiesa più importante della capitale austriaca, ed è stata costruita sulle rovine di una precedente chiesa romanica risalente al 1147.

L’esterno della chiesa è prevalentemente in stile gotico; non a caso il Duomo è considerato uno degli esempi più importanti di architettura gotica in Europa.

Cosa vedere nel Duomo di Vienna?

La facciata principale è dominata da una grande torre campanaria, la “Steffl“, che raggiunge un’altezza di 136 metri (conosciuta anche come la Torre Sud). La torre nord, invece, alta poco oltre i 60 metri, rimane incompiuta.

La facciata principale del duomo è un esempio eccezionale di architettura gotica, con intricati motivi di pietra, statue sacre, gargolle e il grande rosone al centro.

Il tetto del duomo è un’altra caratteristica unica di questo tempio religioso. Infatti, è coperto da oltre 230.000 tegole di ceramica smaltata, disposte in intricati modelli geometrici, e con gli stemmi imperiali in rilievo.

Anche l’interno del Duomo è notevole; potrai visitare il Tesoro, decine di cappelle sia gotiche che barocche e le catacombe, che raccolgono gli ossari di oltre 10.000 viennesi, oltre a un mausoleo imperiale dedicato agli Asburgo.

Consigli per la visita:

  • L’ingresso alla navata principale è gratuito, ma per accedere alle aree più importanti dovrai pagare. Puoi scegliere tra l’acquisto del biglietto completo (circa 20€) oppure visitare le aree di tuo interesse.
  • Il mio consiglio? Visita almeno una delle due torri campanarie principali. La vista dall’alto è a dir poco spettacolare. La torre nord è visitabile tramite ascensore, quella sud, che è la più alta, solo dopo aver attraversato 343 scalini.

Biglietto cumulativo: per accedere a tutte queste aree dovrai pagare, il biglietto cumulativo costa circa 25€, ma puoi anche decidere di visitare ad esempio solo la Torre Sud o la Torre Nord e acquistare gli ingressi separatamente.

  • Biglietti: il biglietto per TUTTE le aree costa 25€ e include le 2 torri, una visita guidata alle catacombe, il Dom Museum e l’audioguida. Trovi il biglietto cumulativo online su questo sito.
  • Orari: aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 11:30 e dalle 13:00 alle 16:30. Domenica e festivi dalle 13:00 alle 16:30.
  • Dove si trova: Stephansplatz 3. Posizione su Maps.

Hofburg e Museo di Sissi

Hofburg, tra le cose da vedere a Vienna in due giorni

Attrazione inclusa con il Vienna Pass? Sì, l’Hofburg e il Museo di Sissi sono inclusi con il il Vienna Pass. Quindi se possiedi il pass hai l’accesso gratuito.

Dove acquistarlo? Lo trovi online su questo sito.

A pochi minuti di cammino da Stephansplatz troviamo l’Hofburg, che per oltre 6 secoli fu la residenza invernale della potentissima dinastia Asburgo.

Il complesso include diversi edifici (visibili da Michaelerplatz); questi ospitano diversi musei, quello di nostro interesse, che tra l’altro è l’edificio principale, è quello dedicato a Sissi.

Il museo in questione ospita un’area interamente dedicata al mito della principessa (e poi imperatrice) Elisabetta di Baviera, meglio nota come Sissi.

Un’altra area è dedicata all’argenteria imperiale, dove troverai una vasta collezione di porcellane, stoviglie, posate, utensili da cucina e decorazioni da tavola, tutti risalenti agli Asburgo.

Un’altra area a cui avrai accesso è la Kaiserappartements, cioè gli Appartamenti Reali. Qui potrai ammirare le stanze private degli imperatori asburgici, tra i quali Francesco Giuseppe I (Franz) e Elisabetta di Baviera (Sissi).

Consigli per la visita:

  • Durante la visita potrai usufruire di un’audioguida gratuita in italiano, che ti aiuterà a comprendere e approfondire le varie aree del museo.
  • Durante la mia visita, sono stato controllato a vista per tutto il percorso del museo. Il motivo? Non si possono scattare foto. L’unica zona in cui è possibile farlo è quella dell’argenteria.
  • Davanti al palazzo principale dell’Hofburg trovi il Kohlmarkt, uno storico ed elegante viale dello shopping. Consiglio di fare una passeggiata a piedi e ammirare i palazzi storici e le vetrine dei negozi.

Ti lascio tutte le info per la visita:

  • Biglietti: i biglietti costano 17,5€ a persona.
  • Orari: tutti i giorni dalle 8:00 alle 18:00.
  • Dove si trova: Michaelerplatz.

Kunsthistorisches Museum

Kunsthistorisches Museum, il museo più importante della città

Attrazione inclusa con il Vienna Pass? Sì, anche il Museo di Storia dell’Arte è incluso con il Vienna Pass. Quindi se possiedi il pass puoi accedere GRATIS risparmiando 21€.

Cosa vedere a Vienna in 2 giorni? Proseguiamo il nostro itinerario verso il Museo delle Belle Arti (o Kunsthistorisches Museum). Considerato il museo più ricco e importante dell’Austria, venne fondato nel 1891 per ospita le ricchissime collezioni della famiglia imperiale.

Il museo è molto grande e ripercorre un periodo storico che va dall’antichità fino ad arrivare al XVIII secolo.

Cosa vedere all’interno?

il Kunsthistorisches è suddiviso in diverse sezioni che sono:

  • La Pinacoteca, area molto importante che espone opere d’arte europea e occidentale. Con opere dei grandi maestri di diverse scuole, da quella italiana, quella francese e quella spagnola. Tra le opere più importanti abbiamo la “Madonna del Belvedere” di Raffaello, l’”Arte del Dipingere” di Vermeer, i quadri delle Infanti di Velazquez e vari capolavori di Rubens.
  • Collezione egizio-orientale: ospita diverse opere e manufatti risalenti all’Antico Egitto.
  • Collezione di Arte Antica: riunisce insieme diverse culture dell’antichità, come quella romana e quella greca.
  • La Kunstkammer: contiene oltre 2000 oggetti preziosi e curiosi, collezionati dagli Asburgo nel corso dei secoli. Tra queste ad esempio l’importantissima Saliera creata da Benvenuto Cellini.
  • Gabinetto Numismatico: ove si conserva una delle migliori collezioni di monete e medaglie del mondo, con più di 700.000 oggetti.

La visita in totale può portare via diverse ore. Personalmente ti consiglio di dedicarne 2-3, in modo da poter completare il nostro itinerario.

  • Biglietti: 21€ per gli adulti, 18€ per gli studenti universitari con tessera e gli over 65, gratis per i minori di 18 anni. I biglietti sono acquistabili online su questo sito.
  • Orari: il museo è aperto tutti giorni dalle 10:00 alle 18:00.
  • Ubicazione: Maria-Theresien-Platz. A pochi passi dal Museum Quartier e dal centro. Ecco l’ubicazione esatta.

Museo della Musica

Attrazione inclusa con il Vienna Pass? Sì, anche il Haus der Musik è incluso con il Vienna Pass. Quindi se possiedi il pass puoi accedere GRATIS risparmiando 16€.

Un museo che mi ha stupito durante la mia permanenza a Vienna, è quello interamente dedicato alla musica.

Come forse sai, Vienna è considerata la capitale mondiale della musica classica.

Il motivo? La città ha dato vita a più compositori di qualsiasi altro posto al mondo.

Lo sapevi che buona parte dei grandi compositori del passato sono austriaci?

Alcuni dei nomi più famosi sono Mozart, Schubert, Strauss (figlio) e Haydn.

Il Museo della Musica (Haus der Musik) è un centro culturale interamente dedicato a questo aspetto della città. La cosa interessante è che non si tratta di un semplice museo ma di una vera e propria esperienza interattiva.

All’interno infatti, durante la visita, potrai non solo conoscere fatti storici, nomi, strumenti, che riguardo la storia musicale viennese, ma anche interagire direttamente con diverse installazioni.

Ad esempio all’ultimo piano ho avuto modo di trasformarmi per qualche minuto in un direttore d’orchestra. Attraverso l’esperienza “The Opera Brain”, ho avuto l’opportunità di dirigere l’Orchestra Filarmonica di Vienna nel Goldener Saal del Wiener Musikverein, scegliendo dinamica, ritmo, tempo e accento musicale. Super interessante e consigliato, sia ai soli adulti che alle famiglie con bambini.

Ecco tutte le informazioni utili per la tua visita:

  • Biglietti: il biglietto per Haus der Musik costa 16€ , 12€ dai 12 ai 17 anni, e per gli studenti sotto i 26 anni con tessera. Anche gli over 60 pagano 12€. 7€ dai 4 gli 11 anni. I biglietti sono acquistabili online su questo sito.
  • Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 22:00.
  • Dove si trova: Seilerstätte 30. Posizione su Maps

Giro sulla Ringstrasse

Giro in tram sulla Ringstrasse

Cosa fare a Vienna in 2 giorni? Una delle esperienze da vivere assolutamente, è quella di fare un giro panoramico in tram, della celebre Ringstrasse.

Che cos’è? Un enorme viale che circonda il centro storico, e che venne costruito dopo la demolizione delle mura cittadine tra il 1858 e il 1865.

La particolarità di questo viale (considerato tra i più belli al mondo) è il fatto che vi si affacciano alcuni degli edifici più iconici della città. Tra questi abbiamo:

  • La Borsa di Vienna
  • il Museo di Storia Naturale (Naturhistorisches Museum)
  • l’Opera di Vienna (Wiener Staatsoper)
  • il Kunsthistorisches Museum che hai appena visitato
  • e l’Università di Vienna (Universitat Wien)

Consiglio:

  • La parte più scenografica è quella tra la fermata Oper, davanti il teatro dell’Opera, fino all’Università di Vienna. Qui si trovano buona parte degli edifici neoclassici costruiti a partire dal 1850.
  • I tram da prendere sono i tram 1, 71 e D.
  • La fermata da cui partire si trova davanti al Wiener Staatsoper e si chiama Oper.

Rathausplatz e Municipio

Rathaus, da vedere in un weekend a Vienna

Se segui il percorso che ti ho proposto sulla Ringstrasse, dopo essere sceso dal tram, ti ritroverai a pochi passi da Rathausplatz, la Piazza del Municipio di Vienna, che merita una visita per scattare qualche foto all’incredibile opera architettonica del Rathaus (municipio).

Questo edificio maestoso è uno tra i vari che furono eretti dopo la creazione della Ringstrasse. Il genio architettonico dietro la sua progettazione fu Friedrich von Schmidt, che lo ha costruito tra il 1872 e il 1883, privilegiando uno stile neogotico distintivo.

Il municipio si distingue per una torre centrale imponente, che raggiunge l’altezza di 97,9 metri, sormontata dalla figura dell’Uomo di Ferro del Municipio. Questa statua, stendardo compreso, misura 6 metri di altezza.

Consiglio: a partire da novembre, la Piazza del Municipio diventa il palcoscenico del più grande mercatino di Natale di Vienna. Invece, da gennaio a marzo, si trasforma in una spettacolare pista di pattinaggio su ghiaccio.

Ecco la posizione esatta su Maps.

Concerto di Mozart

Musikverein a Vienna

Cos’altro fare a Vienna in 48 ore o un weekend?

Nelle attività che definirei “must do” a Vienna, rientra senza dubbio uno spettacolo in uno dei teatri più importanti della città.

Ti consiglio il Musikverein oppure l’Opera di Vienna. Entrambe le sale propongono lo stupefacente concerto dedicato alle opere principali di Mozart.

Il concerto in questione dura circa 2 ore, e ripercorre la carriera del celebre compositore viennese. Oltre alle sue opere avrai modi di ascoltare i valzer di Strauss, come ad esempio il “Bel Danubio Blu”, pezzo che lo ha consacrato come Re del Valzer.

La performance coinvolge trenta talentuosi artisti dell’Orchestra Filarmonica e dell’Orchestra Sinfonica di Vienna. Le scenografie e i costumi ti trasporteranno direttamente nella Vienna del XVIII secolo.

Il concerto di Mozart si volge sia all’Opera di Stato che al Musikverein. Entrambi sono 2 importantissime istituzioni, ma dovendo scegliere tra le due direi il Musikverein. Perché? la sua Sala Dorata (Goldeneer Saal) è considerato il palcoscenico più prestigioso al mondo. Proprio qui si svolge il concerto di Capodanno che viene trasmesso in tutto il globo.

Come prenotare? Puoi farlo comodamente online su questo sito.

Giorno 2: Schonbrunn, Landstrasse e Prater

Questo secondo giorno è dedicato alla visita di Schönbrunn, l’attrazione più visitata dell’Austria, il pittoresco quartiere di Landstrasse e il luna park “vintage” conosciuto come Prater.

Ecco una mappa del secondo giorno a Vienna e una lista delle attrazioni:

  • Palazzo di Schönbrunn
  • Hundertwasserhaus
  • Castello del Belvedere
  • Karlskirche
  • Naschmarkt
  • Prater e Riesenrad

Palazzo di Schönbrunn

Palazzo di Schönbrunn

Attrazione inclusa con il Vienna Pass? Sì, la visita al Palazzo di Schonbrunn è inclusa con il Vienna Pass. Quindi se possiedi il pass puoi accedere GRATIS.

Cosa visitare a Vienna in 2 giorni?

Il secondo giorno di questo itinerario di 2 giorni a Vienna inizia con la visita del Palazzo di Schönbrunn.

Questa maestosa residenza estiva, costruita per la famiglia Asburgo, è, con i suoi 8 milioni di visitatori all’anno, l’attrazione più importante dell’Austria.

Inizialmente, il Castello di Schönbrunn nacque come un umile palazzo in una tenuta di caccia.

Ma tutto cambiò con l’arrivo di Maria Teresa. Sotto il suo regno, Schönbrunn si trasformò in una sontuosa residenza che pulsava di vita di corte, diventando il palcoscenico di personalità illustri come Mozart, che deliziava gli ospiti con le sue sinfonie.

Cosa vedere nel Castello di Schönbrunn?

Il palazzo stesso ospita oltre 1441 stanze, sebbene solo una piccola parte sia accessibile al pubblico; per essere precisi, il tour più grande include 44 stanze.

Dalla Sala degli Specchi, dove un giovane Mozart suonò per Maria Teresa, alla Grande Galleria, scenario di eleganti ricevimenti e banchetti di corte, fino alla suggestiva Sala Cinese circolare, Schönbrunn ti lascerà letteralmente senza parole.

I giardini di Schönbrunn, poi, sono un mondo a parte. Particolarmente celebre è il suo labirinto, alla fine del quale potrai ammirare e salire sulla Gloriette, posta in cima a una collina. C’è anche uno zoo, per essere precisi il più antico al mondo ancora in funzione, e una serra imperiale, oltre a molte altre piccole attrazioni, come fontane, statue ed edifici.

Consigli per la visita:

  • Mentre l’accesso a una parte dei giardini è gratuito, l’ingresso al palazzo richiede un biglietto. Puoi scegliere tra varie opzioni a seconda dei tuoi interessi. Noi abbiamo scelto l’ingresso con visita guidata in italiano e l’accesso a buona parte delle stanze visitabili.

Vuoi approfondire la visita e conoscere tutti i segreti del Palazzo di Schönbrunn?

Uno dei modi migliori per visitare il magnifico palazzo reale di Schönbrunn è quello di partecipare a una visita guidata.

Prenotando la visita guidata, oltre ad avere l’accesso prioritario e visitare alcune aree non accessibili con il normale biglietto, potrai conoscere fatti, curiosità e chicche sulla residenza estiva degli Asburgo. La visita guidata a cui abbiamo preso parte noi è questa qui che puoi prenotare online.

Hundertwasserhaus

Hundertwasserhaus, in un itinerario di 2 giorni a Vienna

Dopo la visita piuttosto impegnativa del Castello di Schönbrunn, prendi la metro U4 dalla fermata Schönbrunn alla fermata Landstrasse.

La nostra prossima meta è il complesso di case conosciuto come Hundertwasserhaus.

Queste case popolari, progettate dall’artista Friedensreich Hundertwasser, sono famose perché formano uno spettacolare mosaico di colori e vegetazione, il tutto senza praticamente alcuna linea retta, angoli o spigoli.

Sul tetto dell’edificio, ospita ben 900 tonnellate di terra, da cui spuntano alberi e piante, rendendo l’edificio ancora più strano e pittoresco.

Purtroppo non è possibile visitare gli interni, poiché si tratta di abitazioni private; tuttavia, davanti al complesso trovi un piccolo centro commerciale progettato dallo stesso artista.

L’Hundertwasser Village, a differenza del palazzo, è totalmente visitabile. All’interno trovi diversi negozietti e una caffetteria, l’Art Village Bar, che ti consiglio di visitare.

Ti lascio la posizione esatta su Maps.

Castello del Belvedere

Castello del Belvedere

Attrazione inclusa con il Vienna Pass? Sì, la visita al Castello del Belvedere è inclusa con il Vienna Pass. Quindi se possiedi il pass puoi accedere GRATIS in tutte le sue aree risparmiando 16,70€ + 15,60€ + 9,30€ (il costo dei 3 musei del Belvedere).

Cosa vedere a Vienna in 2 giorni? La nostra prossima tappa si trova sempre a Landstrasse ed è il Castello del Belvedere.

La tenuta, che include due edifici principali e annessi giardini, è stata progettata per Eugenio di Savoia all’inizio del XVIII secolo dall’architetto barocco Johann Lucas von Hildebrandt.

Il complesso ospita un museo interamente dedicato all’arte austriaca; tuttavia, ci sono due biglietti distinti da acquistare. La visita che ti consiglio riguarda il Belvedere Superiore, palazzo che ospita la collezione permanente che ripercorre ben 800 anni di storia dell’arte austriaca.

All’interno trovi dipinti e opere di artisti importantissimi come Klimt, Schiele e Kokoschka.

Il quadro più celebre? Il bacio di Gustav Klimt.

Il Belvedere inferiore invece ospita opere riguardanti il periodo barocco.

Ecco tutti i dettagli per la visita:

  • Biglietti per il Belvedere superiore: i biglietti costano 17,70€ per gli adulti, e 14,40 per gli studenti con tessera. Puoi acquistare i biglietti comodamente online.
  • Biglietti per il Belvedere inferiore: la visita alle mostre temporanee e al Belvedere inferiore costa 15,60€ per gli adulti e 11,90€ per gli studenti con tessera. I biglietti sono acquistabili online su questo sito.
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00.
  • Ubicazione: Prinz-Eugen-Straße 27. Facilmente raggiungibile con il tram D, fermata Schloss Belvedere.

Karlskirche, la chiesa barocca di Karlsplatz

Karlskirche, da vedere a Vienna in 2 giorni

Tappa successiva? Ci riavviciniamo al centro di Vienna, in particolare al quartiere di Wieden e la sua celebre Karlsplatz.

Questa enorme piazza, la più grande della capitale austriaca, ospita diversi punti di interesse, tra cui la Karlskirche, chiesa voluta da Carlo VI per onorare un voto fatto a San Carlo Borromeo, durante l’epidemia di peste che terminò nel 1713.

La chiesa è un importante esempio di architettura barocca, la facciata è caratterizzata da una grande cupola che raggiunge i 72 metri, fiancheggiata da due colonne che si rifanno a quella di Traiano a Roma.

L’interno è ricco di opere d’arte decorativa, tra cui stucchi in marmo, affreschi, rilievi, statue, lavori a intarsio e sculture, con frequenti spruzzi d’oro.

Consiglio: è possibile salire verso la cupola, cosa che ti permetterà di ammirare da vicino gli affreschi e poi di godere di un panorama spettacolare sul centro di Vienna.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • Biglietti: l’ingresso costa 9,50€ ed è acquistabile all’ingresso.
  • Orari: tutti i giorni tranne la domenica dalle 9:00 alle 18:00. Domenica dalle 11:00 alle 19:00.
  • Ubicazione: Karlskirche, Karlsplatz 10. Posizione su Maps

Naschmarkt, il food market più grande di Vienna

Dopo una giornata piena di visite artistiche e culturali, è il momento di rifocillarsi un po’ con ottimo cibo e magari qualche birra. Dove andare?

A pochi passi da Karlsplatz, sorge il Naschmarkt, il più grande mercato del cibo di Vienna.

Il mercato è molto antico e le prime testimonianze risalgono al 1500, anche se è a partire dal 1700 che si trasforma in un mercato stabile, inizialmente solo per il latte e successivamente anche per frutta, verdura e altre merci.

Durante gli anni ’50, il mercato ha iniziato ad assumere la sua funzione odierna: un’area interamente dedicata al cibo, caratterizzata da una grande concentrazione di bancarelle, ristoranti e botteghe tradizionali.

I negozi e alcune bancarelle chiudono alle 18:00, tuttavia i ristoranti e pub restano aperti fino alle 23:00.

Personalmente ho mangiato più volte da Deli Naschmarkt, un ristorante turco/orientale, con personale molto gentile, porzioni generose, prezzi onesti e ovviamente buon cibo! Ecco la posizione del Naschmarkt su Maps.

Prater e il Riesenrad

Riesenrad, Prater, Vienna

Attrazione inclusa con il Vienna Pass? Sì, la ruota panoramica è inclusa con il Vienna Pass. Quindi se possiedi il pass puoi fare un giro gratis senza dover pagare 13,50€.

Infine, per concludere questa serata in bellezza, ti consiglio assolutamente di visitare il Prater, uno dei luna park più antichi al mondo.

Il parco ospita un’attrazione iconica di Vienna. La prima ruota panoramica al mondo, il Riesenrad.

La ruota è alta ben 65 metri, e di notte offre uno dei panorami più belli di Vienna. Io ti consiglio al visita serale (le giostre sono attive fino alle 23:45), tuttavia se preferisci visitarla di giorno, puoi inserire quest’attrazione subito prima o dopo il Castello di Schonbrunn.

Ti lascio le info per la visita del Prater e il giro sul Riesenrad:

  • Biglietti per il Riesenrad: il giro sulla celebre ruota panoramica costa 13,50€ e i biglietti sono acquistabili direttamente online su questo sito (salti la fila alla biglietteria).
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 23:45.
  • Ubicazione: il Prater si trova a Leopoldstadt. Ti basta prendere la metropolitana linea U2 fino alla stazione di Praterstern. Posizione su Maps

Dove mangiare in questi 2 giorni e ristoranti

  • Café Landtmann: un cafè situato in pieno centro sulla Ringstrasse, celebre perché uno dei posti preferiti di Freud. La location è meno spettacolare rispetto a Café Central (ma comunque bellissima), tuttavia per me è il miglior caffè di Vienna per quanto riguarda la qualità delle torte, che sono a dir poco divine! Posizione su Maps
  • Reinthaler’s Beisl: tipico bistro austriaco, con prezzi onesti e senza troppe pretese. Le porzioni sono molto generose, la birra ottima e il servizio velocissimo. Si trova in pieno centro ed è molto richiesto, sia da viennesi che turisti. Consigliatissimo. Si trova in pieno centro. Posizione su Maps
  • Pizza Mari: se vuoi mangiare italiano ti consiglio questa pizzeria napoletana con arredi anni ’80, personale italiano e pizze molto buone. La pizzeria si trova nel quartiere del Prater. Posizione su Maps

Dove si esce la sera a Vienna

Infine, se sei interessato alla vita notturna, sappi che ho scritto un articolo approfondito al riguardo che trovi qui: Dove uscire la sera a Vienna.

Se vuoi avere un assaggio della vita notturna viennese, dirigiti a nord del centro storico, nella zona vicino alla stazione di Schwedenplatz a pochi passi dal canale.

Qui trovi una zona chiamata Triangolo delle Bermude, si tratta di 3 stradine ricche di locali per tutti i gusti. Le stradine sono le seguenti: Seitenstettengasse, la Sterngasse e la Rabensteig.


Vuoi scoprire altri itinerari per Vienna? Eccone altri:

ASPETTA! HO UN ULTIMO CONSIGLIO PER TE

Hey ciao! Prima di andare volevo dirti che…

Vienna, per quanto riguarda attrazioni e attività, ha tantissimo da offrire. Tra le esperienze più interessanti e accessibili (che costano quasi 0€), non posso fare a meno di consigliarti i free tour della città!

Cos’è un free tour?

Si tratta di una visita guidata che puoi prenotare gratuitamente.

Dopo avervi partecipato, se la visita è stata di tuo gradimento, puoi lasciare una mancia alla guida (la cifra la scegli tu).

Fantastico, no?

Ecco i due migliori free tour a cui ho presto parte a Vienna:

Free Tour del Centro Storico di Vienna (In Italiano)

Il free tour più interessante (e richiesto) di Vienna. Ti porterà alla scoperta di alcune delle attrazioni più iconiche della città, arricchite da numerose chicche e aneddoti, grazie alla guida, Alessandra, che è tanto simpatica quanto preparata.

Questo free tour è prenotabile solo online su questo sito.


Free Tour Serale di Vienna (In Inglese)

Preferisci ammirare la città durante la sera? Nessun problema! Questo free tour ti porterà alla scoperta del centro di Vienna in uno dei suoi momenti più magici, quando il sole tramonta e le luci della città cominciano a illuminare gli splendidi edifici del centro storico.

Anche questo free tour è prenotabile solo online su questo sito.


Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.